#11 Pillola di cinismo: al Festival senza macchia, la reputazione è partecipata

Anche se ormai da giorni si è conclusa la kermesse musicale più famosa d’Italia, al punto che in molti non vorranno più sentirne parlare, non possiamo che unirci anche noi, contravvenendo forse ai ritmi dell’usanza mediatica, agli applausi del successo inaspettato dell’impresa sanremese. [Continua a leggere …]

la stanza dei cinici

Il meteorismo comunicativo

CHARLIE'S SUGGESTION

Sembra che il virus comunicativo dell’unicità, così romantico nella sua vocazione ma altrettanto banale nella sua applicazione (ladro di comunicazione), abbia scoperto il proprio contraltare nello stupismo della provocazione. [Continua a leggere …]

officina della comunicazione

Non si può non apparire

CHARLIE'S SUGGESTION

Possiamo scegliere come apparire, ma dobbiamo lasciare il potere di scomparire, a volte nostro malgrado, al mondo dei supereroi. [Continua a leggere …]

officina della comunicazione

Il valore partecipato

CHARLIE'S SUGGESTION

Raccontarsi non è sempre facile. A volte si rischia di esporre per sottrazione, ovvero sottrarre dalla storia elementi essenziali oppure al contrario si rischia di essere percepiti come celebrativi grazie a sviolinate narrative che tolgono senso più che aggiungere senso. [Continua a leggere …]

blink to action

La visione dello stile della leggerezza

L’opera di liquefazione di un brand non può essere un obiettivo, ma una strada che l’azienda, nello sviluppo della branding communication, può perseguire se coerente e credibile alla propria ID.[Continua a leggere …]

blink to action

Vision Sensation

Nella suggestiva cornice del ristorante “Al fresco”, a Milano, abbiamo celebrato con un evento cinque anni di innovazione insieme a Silhouette Eyewear. [Continua a leggere …]

blink to action

Fuori dagli schemi

In una calda giornata di marzo, anche il tempo sembrava essere della nostra idea: “chi stabilisce che seguire le regole e i calendari istituzionalizzati sia davvero strategico?

[Continua a leggere …]

blink to action

Parla come blinki

Nell’opera di revisione di noi stessi, abbiamo fatto ciò che operiamo sugli altri. Ci siamo infatti imbattuti nella necessità di lavorare al nostro linguaggio. E, pur parlando un buon italiano (almeno così dicono), ci siamo resi conto che l’italiano comune non ci sembrava così consono a rappresentarci.

[Continua a leggere …]

blink to action

La potenza è nulla senza la passione

La creazione di Passion and Power è stata sicuramente un’importante sfida comunicativa. Il cambiamento sostanziale è stato mettere al centro la persona, potendo far parlare gli atleti delle loro passioni, del loro mondo e del loro sport. Il brand quindi, anche se sembra fare un passo indietro, acquisisce un valore diverso, diventando un punto di aggregazione di diversi heroes che attraverso una piattaforma comune possono raccontarsi, interagire con altre discipline e altri colleghi e fornire dei contenuti differenti rispetto al semplice risultato, come avviene, al contrario, nella maggior parte dei siti sportivi.

[Continua a leggere …]

blink to action

Ines non è una donna

Non vorremmo creare confusione, ma Ines non è una donna, tutt’altro, dato che si tratta di un progetto imprenditoriale generato da 4 auto-imprenditori, energy solver, che pur venendo da esperienze professionali differenti, hanno creduto in un’idea di business divergente “lasciare la Terra più pulita di come l’abbiamo trovata”.

[Continua a leggere …]